Applicazione di Tegola di Santa Catarina

Figura 1
Figura 1
figura 2
figura 2
figura 3
figura 3
figura 4
figura 4
figura 5
figura 5
figura 6
figura 6
figura 7
figura 7

La tegola Santa Catarina non è una tegola adatta, è una tegola molto semplice, che richiede una particolare attenzione al momento della sua applicazione. Al momento la tegola Santa Catarina nella maggior parte dei casi viene applicata direttamente su una sottotegola o su una superficie adeguatamente isolata. In questo modo la copertura è totalmente protetta dalla pioggia e dall’umidità.

Tuttavia, l’applicazione della tegola deve rispettare alcuni aspetti:

L’applicazione inizia con la tegola inferiori (canali); in base alla forma del tetto può essere più comodo posizionare la fila centrale invece della riga più a destra, come mostrato nella figura 1.

La posa dei tetti (tegole superiori) avviene secondo lo schema illustrato in figura 2: le tessere vengono applicate da destra a sinistra e dal basso verso l’alto. Questo è il modo più appropriato per procedere, consentendo lievi modifiche e allo stesso tempo capire come si svilupperà la copertura. L’applicazione della tegola in questo modo facilita l’allineamento delle varie file, in base al modo in cui si sviluppa il tetto.

Va notato che nel caso di tetti con pendenze superiori al 30% e / o esposti a forti venti, le tegola devono essere fissate alla base in un rapporto di 1 tegola a 4. Se la pendenza è superiore al 40% tutte le tegole devono essere corrette.

Il fissaggio può essere fatto con morsetti, viti autofilettanti, colla o cemento, a seconda del tipo di supporto. Tuttavia si consiglia il fissaggio con una malta debole, preparata come segue: per ogni m3 di sabbia asciutta utilizzare:

  • 250 – 350 kg di calce idraulica o
  • 150 kg di cemento e 175 – 225 kg di calce idraulica

Nota: la vite o il fissaggio dell’unghia richiede che la piastrella abbia un pre-foro, che normalmente non è presente nella Tegola Santa Catarina.

Tetto Ridge

È la tegola che chiude il tetto, applicata nell’unione di due pendenze e fissata con la malta, secondo la figura 3.

Bordo del tetto

Le tegole gronda (copertine e bocchelli), sono applicati in cappetta o parete, con malta. È importante rispettare quanto segue:

  • Pendenza che le parti devono avere rispetto al piano orizzontale del coperchio, minimo 4% – Figura 4.
  • Dimensione libera dei tegola, ovvero dimensione che non deve essere supportata sul telaio / parete, massimo 2/3 della lunghezza del bordo.
  • Esecuzione di fori di ventilazione che consentono la ventilazione del cerchio, come mostrato nelle seguenti figure – Figure 5 e 6.

Grondaia

È la convergenza di due filoni, diventando così un’area di copertura compromessa, quando eseguita in modo errato. L’esecuzione di una grondaia richiede l’uso di volant metallici, fasce di asfalto o altri materiali sintetici, che sono supportati sul profilo, di solito eseguiti in malta.
Particolare importanza dovrebbe essere data ai seguenti 3 principi nel caso di aree sensibili:

1 ° Taglio delle piastrelle, in modo da coprire la grondaia di almeno 8 cm, secondo la figura 7.
2 ° materiale applicato per l’esecuzione della grondaia: il materiale da utilizzare nella grondaia deve garantire una lunga durata. In generale, vengono utilizzati materiali metallici o sintetici, sia autoleganti che non.
3. Metodo di applicazione del materiale: poiché si tratta di un’area critica, è necessario prestare particolare attenzione all’applicazione del materiale, altrimenti non sarà possibile smaltire efficacemente l’acqua in quest’area.

Figura 1
Figura 1
figura 2
figura 2
figura 3
figura 3
figura 4
figura 4
figura 5
figura 5
figura 6
figura 6
figura 7
figura 7